Ricarica gas bombole: cosa sapere

Molti hanno l’esigenza di trovare un fornitore affidabile per la ricarica delle bombole di gas, ma quando si tratta questo argomento ci sono una serie di aspetti da conoscere proprio in merito a questi contenitori.

Le bombole destinate al contenimento di gas devono sempre garantire un livello massimo di sicurezza, in quanto contenenti gas in forma liquida o gassosa potenzialmente pericolosi per l’incolumità delle persone che li utilizzano, nonché per le strutture ove le stesse vengono impiegate. Teniamo infatti presente che si tratta di recipienti sotto pressione caricati a 200 bar, se non per alcuni gas anche a 300 bar. Questo aspetto pertanto rende indispensabile l’omologazione verificabile tramite la marchiatura ADR 2011.

Ogni bombola ricaricabile deve riportare tutta una serie di dati, quali:

  • Marchio del fabbricante
  • Stato di produzione
  • Matricola della bombola
  • Filettatura della bombola
  • Pressione di esercizio
  • Pressione di prova idraulica
  • Massa a vuoto
  • Massa massima ammissibile di riempimento
  • Tara della bombola
  • Capacità
  • Compatibilità con idrogeno
  • Spessore minimo delle pareti
  • Marcatura π e numero di organismo
  • Norma di costruzione
  • Marchio organismo di approvazione e sigla dello stato di approvazione
  • Data di collaudo iniziale
  • Marchio e paese dell’organismo che effettua controlli periodici
  • Data di revisione
  • Numero ONU e designazione del gas o della miscela contenuta.

Tutti questi aspetti rendono pertanto chiaro ed evidente il numero di controlli ai quali ogni bombola, prima di essere utilizzata, debba essere sottoposta.

Quali bombole per gas sono ricaricabili?

Ogni bombola ricaricabile deve riportare tutta una serie di dati e sull’etichetta della stessa deve sempre essere evidenziato il prodotto contenuto, le frasi di rischio, consigli per la sicurezza, nome del fabbricante e del commerciante del gas, numero CE, ONU e designazione ADR.

Utengas conosce bene tutti questi aspetti in quanto da anni si occupa di ricaricare bombole di gas con:

  • Diossido di carbonio (alimentare, tecnico per saldatura, estinzione incendi)
  • Argone
  • Miscele di gas vari (tecnico per saldatura, alimentare, respirazione subacquea)
  • Ossigeno
  • Acetilene
  • Azoto
  • Elio
  • Gas refrigeranti.

Chiunque pertanto abbia la necessità di ricaricare le proprie bombole di gas potrà affidarsi a noi, alla nostra serietà ed esperienza maturata nel settore. Rilasciamo le relative certificazioni per ogni bombola e, ove necessario, ci occupiamo anche della revisione delle stesse.